Netflix, maternità illimitata per un anno

di Matteo Mazzuca
La società statunitense che offre streaming di film e serie tv lancia una nuova, rivoluzionaria politica di congedo parentale per i neopapà e le neomamme.

Earns NetflixDa oggi, in quel di Netflix, a essere illimitato non sarà solo il servizio di streaming di film e serie tv, ma anche il congedo parentale. La società statunitense ha infatti annunciato sul proprio blog aziendale che tutti i dipendenti, uomini e donne, neomamme e neopapà, avranno a disposizione un anno durante il quale saranno liberi di gestire come meglio preferiscono i loro impegni lavorativi, lavorando full time, part time o passando il loro tempo a casa. Continuando a ricevere lo stesso stipendio.

MENO PREOCCUPAZIONI, PIÙ RISULTATI
«Vogliamo che i nostri impiegati possano disporre della flessibilità e della sicurezza necessarie per soddisfare i bisogni delle proprie famiglie senza doversi preoccupare del lavoro o dei soldi», ha scritto sul blog la Chief Talent Officer Tawni Cranz. La scelta dell’azienda non è fine a se stessa, ma vuole essere una dimostrazione del fatto che le persone lavorano meglio quando non hanno altri problemi di cui preoccuparsi. E uno stipendio basso o l’impossibilità di poter dedicare il giusto tempo alla famiglia sono due elementi che incidono negativamente sulle performance degli impiegati.

Richard BransonDOV’È IL TRUCCO?
Netflix non è l’unica ad aver adottato questo tipo di politica aziendale. Anche Richard Branson, il patron della Virgin, nel giugno 2015 ha annunciato che i neogenitori avrebbero potuto godere di un anno di congedo a stipendio pieno. Con alcune limitazioni relative all’anzianità di servizio e all’impiego, il che ha dato adito a qualche protesta. Le critiche, però, non stanno risparmiando nemmeno Netflix: molti sostengono che questa libertà eccessiva potrebbe spingere i genitori a lavorare di più per allontanare il rischio di apparire troppo pigri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Fatti Argomenti: , , , , Data: 05-08-2015 02:03 PM


Lascia un Commento

*