Dal mondo

Paperona nella bocca del Dragone

di Luca Burini
La storia di Zhou Qunfei. Partita dalla catena di montaggio è oggi la donna più ricca della Cina.

267FC20700000578-0-Rich_Zhou_Qunfei_who_launched_Lens_Technology_is_one_of_richest_-a-7_1425995771229Si chiama Zhou Qunfei la donna più ricca della Cina secondo l’ultima classifica Forbes. La 45enne, a capo di un’azienda che impiega 80 mila operai su sette fabbriche e che produce per Apple e Samsung, si trova al 91esimo posto nella classifica complessiva della Repubblica popolare. Grazie a un patrimonio di 7,4 miliardi di dollari. E pensare che solo 10 anni faceva l’operaia con una paga mensile di poco più di un centinaio di dollari.

HA FONDATO L’AZIENDA A 33 ANNI
Nata nel 1970 in un villaggio della regione centrale dello Hunan, è migrata giovanissima verso le regioni costiere. A 23 anni è diventata operaia presso la BielCrystal di Shenzhen, che produceva gli schermi per i telefonini. Negli anni in cui la Cina si apriva definitivamente al mercato e il prodotto interno lordo del Paese cresceva alla velocità del 10% (e oltre) l’anno, la ricchezza cominciava a diffondersi e tutto sembrava possibile. Così dieci anni e, secondo alcune indiscrezioni, un matrimonio di convenienza dopo, Zhou Qunfei ha lasciato la catena di montaggio per fondare un’azienda concorrente a quella che la impiegava. Le è bastato un anno per registrare la Lens Technology a Hong Kong e trasformarla in una società a capitale straniero.

LAVORA PER APPLE E SAMSUNG
L’azienda specializzata in schermi e lenti ottiche ha un giro d’affari che Bloomberg ha stimato intorno ai tre miliardari di euro all’anno. Basti pensare che il 21% degli schermi per smartphone che ogni anno vengono messi in circolazione è prodotto nei suoi stabilimenti. Interlocutori di riferimento sono Samsung e Apple per cui sta producendo anche gli schermi per l’Apple Watch: a questi due contratti Lens Technology deve il 70% dei proventi. Forte dei suoi numeri e delle quote di capitale che detiene (il secondo marito possiete una quota minoritaria della società, ma insieme hanno il 99% delle azioni) , Zhou Qunfei ha deciso di quotare la sua azienda sulla borsa di Shenzhen. A  marzo scorso è riuscita in un’opa di 3 miliardi di dollari e le sue azioni sono cresciute del 10% per dieci giorni consecutivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Protagoniste Argomenti: , , , Data: 10-04-2015 01:51 PM


Lascia un Commento

*