La storia

Rossano, il re del taglio invisibile

E' partito da zero con tanta voglia di riscatto. Chi è Ferretti, l'hair stylist delle star.
Ferretti

Rossano Ferretti

È partito dal nulla. Dalla sua parte aveva solo una grande ambizione e un mestiere ereditato dalla famiglia e affinato passo dopo passo sul campo. Il primo shampoo Rossano Ferretti, hair stylist adorato dalle star di tutto il mondo,  lo ha fatto a 12 anni, il primo taglio a 14. Tutto nella bottega di mamma a Campegine, paesino di poche anime sulla via Emilia. Il nonno barbiere, la madre acconciatrice, una strada segnata.  Oggi Ferretti, classe 1960, a di che essere soddisfatto con i suoi 20 saloni sparsi in tutto il mondo che conta e una fama consolidata tra le celebrities di Hollywood e teste coronate. Kate e Pippa, tanto per dire, sono sue clienti . «Sembra una favola e un po’ lo è» racconta con una punta di meritato orgoglio. «Oggi sono stimato e conosciuto ovunque, ho saloni bellissimi come boutique ma in ciascuno le foto che non mancano mai sono quelle dei miei, in bianco e nero, che tagliano i capelli ai compaesani». Come dire che i piedi, nonstante il successo li ha ben piatati a terra e che il suo passato non lo ha dimenticato, nonstante sia partito dal paesino natale a soli 15 anni. Meta: Londra dove trova lavoro da Vidal Sassoon, un mito del settore. «Volevo capire se potevo fare questo mestiere io che sognavo di fare l’architetto. Al terzo giorno di corso, con aspiranti di tutti i paesi, già padroneggiavo le forbici» racconta.
LA FAMA CON IL TAGLIO INVISIBILE
Ma a renderlo famoso in tutto il mondo è stato il suo taglio invisibile . Una tecnica naturale che è stata  anche brevettata con il nome di ‘Metodo’.   «Per me la naturalezza è tutto. Io la bellezza omologata la rifiuto, non la riconosco. Chi viene da me per dirmi che vuole il taglio come una certa persona io non glielo faccio» spiega. «Preferisco costruire bellezza tirando fuori quella che ognuno di noi  ha  dentro, non una posticcia presa da una copertina. Il gusto della bellezza armonica è il made in Italy che mi porto dentro e che mi fa apprezzare».
DAL PRIMO SALONE D PARMA A QUELLO DI LONDRA
Dopo anni di esplorazione multiculturale e di osservazione dell’arte, dell’architettura, del design, Ferretti ha aperto il suo primo salone a Parma in un appartamento, un successo immediato con clienti diposte ad aspettare 4-5 mesi in lista di attesa prima di passare sotto le sue forbici. Poi Verona nel ’95, Parigi, Los Angeles, Roma, New York, Maldive, Bali, Dubai e ora Londra, nel lussuoso quartiere di Mayfair. Ma non finisce qui. Ferretti pensa già a Mosca, tutti negozi di lusso, curati come gallerie d’arte, tanto da essere segnalati nelle guide Travel and leisure. Non tutti, infatti, possono permettersi un taglio da lui che è nella top ten riconosciuta del settore. «Costa intorno ai 150 euro non molto di più della media» precisa lui, che non smette di pensare in grande. Il  suo sogno? «Aprire un’Accademia di taglio per formare chi ha talento ma non ha i soldi» dice senza esitazioni. «Ci riuscirò».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Protagoniste Argomenti: , , Data: 23-04-2014 04:17 PM


Lascia un Commento

*