Cosmesi green

Impara da Carlita

La vlogger spignattatrice ha insegnato al web come autoprodursi i cosmetici in casa. Ora lancia il suo libro.

 di Marianna Venturini

Carlitadolce in uno dei suoi video tutorial.

Carlitadolce in uno dei suoi video tutorial.

Un tempo si ricorreva ai rimedi della nonna a base di erbe officinali e buon senso. Adesso il tecnologico mondo di Youtube ha scoperto la sua madrina delle composizioni bio ed ecologiche che riesce a riprodurre qualsiasi cosmetico in casa.
Si fa chiamare Carlitadolce ma al secolo è Marcella Leone, una ragazza napoletana che si è specializzata nel realizzare prodotti eco bio e diffondere le sue ricette via web.
L’ARTE DELLO SPIGNATTO
Nel gergo tecnico si parla di «spignatto» per indicare l’autoproduzione casalinga dei cosmetici con ingredienti puri ma Carlita è riuscita a farlo diventare quasi una professione. La sua è una lotta dichiarata agli Inci che non le piacciono, passa in rassegna le etichette dei vari componenti del prodotto cosmetico per stabilire se è può andare bene oppure no.
Poi arriva il suo contributo e in poche mosse riesce ad autoprodursi tutto ciò che serve per la pulizia e la bellezza personale.
In breve è diventata una delle vlogger più seguite, chiunque può seguire le sue ricette e copiare le composizioni. Su Youtube Carlita ha pubblicato oltre 400 video tutorial e la seguono oltre 130 mila persone. E ora
ha raccolto i suoi segreti in un libro: Cosmetici fai da te (Gribaudo edizioni) dove riproduce passo passo ogni ricetta.
Bastano pochi ingredienti come miele cacao e yogurt per realizzare «una maschera per il viso che lascia la pelle luminosa», come ha spiegato a
LetteraDonna.it. Un po’ di pazienza in più e si ottiene una crema per il viso.
DOMANDA. Come è nata l’idea di autoprodursi i cosmetici in casa?
RISPOSTA.
I prodotti che trovavo in vendita mi deludevano e non tutte le promesse delle pubblicità erano mantenute, Gli ingredienti erano dannosi e scandenti, insomma non mi piacevano proprio.
D. Quindi ha pensato di fare da sola?
R.
Sì. Ho iniziato dalle cose più semplici. Realizzare da sola una maschera fatta in casa è diventata per me una vera passione.
D. Per esempio?
R.
Con miele cacao e yogurt si può fare una maschera per il viso che è alla portata di tutti e in più lascia la pelle luminosa.
D. La dispensa della cucina è un beauty?
R.
Certo, la maggior parte degli ingredienti che si utilizzano per cucinare o fare delle torte fanno bene anche alla pelle.
D. Sembra tutto molto facile.
R.
E lo è. Ci sono anche cosmetici più complicati da fare, come le creme per il viso, ma basta un po’ di pratica. All’inizio facevo molta fatica adesso invece è come cuocere un uovo in padella.
D. Insomma è autonoma?
R. Ormaimi autoproduco tutto in casa, per me e la mia famiglia. Ho un risparmio economico e un beneficio per la pelle e i capelli ma non è solo spignattare, ormai è qualcosa in più.
D. Che cosa si trova nel manuale?
R.
Nel libro spiego passo passo ogni passaggio per realizzare i cosmetici che ho mostrato nei video. Ci sono i tonici per il viso, le maschere, il burro cacao, un gel per i capelli. La considero un po’ la ciliegina sulla torta.
D. Come un libro di cucina?
R.
Che completa il percorso di condivisione. Tante ragazze che mi seguono avevano fatto qualcosa di simile per loro stesse ma io ho voluto dare un aiuto in più.
D. C’è attenzione per gli ingredienti dei prodotti?
R.
Quando ho iniziato a fare i video nel 2009 era dura parlare di Inci e ingredienti dannosi.
D. Perché?
R.
In pochi andavano oltre le etichette e le marche, era difficile farsi ascoltare. Adesso la sensibilità è cambiata e per me è davvero una grande soddisfazione. La gente si interessa all’impatto ambientale dei prodotti e cerca il meglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Protagoniste Argomenti: , , Data: 26-02-2014 09:09 AM


Lascia un Commento

*